Corsi di laurea triennale


Principali informazioni sul corso

Descrizione del percorso formativo previsto per gli immatricolati nell’A.A. 2017/18allegato2.pdf
Tipo di accessoNumero programmato nazionale
Posti per cittadini comunitari e non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia10
Posti riservati ai cittadini non comunitari residenti all’estero2
2
Numero minimo di preimmatricolazioni condizionante l’attivazione del corso  
Prevista immatricolazione con debito formativofalse
Prevista iscrizione come studenti part timefalse
TasseProspetto Tasse A.A. 2017/18
Avviso di ammissione   Avviso di ammissione A.A. 2017/18
Visualizza il calendario delle lezioniCalendario lezioni
Visualizza le sessioni delle prove finaliCalendario lauree
Siti ministerialiUniversitaly
Strutture di riferimentoScuola di Medicina e Chirurgia
Dipartimento di Neuroscienze (NPSRR)
Presidente del corso di studio   -
Curr.CodiceInsegnamentoCFUAnnoPeriodoResponsabile
000ZZ
000ZZMEN1036237ANATOMIA6.0IS1PORZIONATO ANDREA
000ZZMEN1036246ANATOMIA E FISIOLOGIA DEL SISTEMA VISIVO6.0IS2PARROZZANI RAFFAELE
000ZZMEN1036234BIOLOGIA E FISIOLOGIA7.0IS1CEOLOTTO GIULIO
000ZZMEO2043911FISIOPATOLOGIA OCULARE7.0IIS1LEONARDI ANDREA
000ZZMEP3052109FISIOPATOLOGIA OCULARE 28.0IIIS1MIDENA EDOARDO
000ZZMEP3053123GRAND ROUND3.0IIIS2-- --
000ZZMEN1036249INFORMATICA, ATTIVITA' SEMINARIALI6.0IS2ZINATO LISA
000ZZME02103951INGLESE3.0IS1EDWARD LENA MAGDALEN
000ZZMEO2043866IPOVISIONE E RIEDUCAZIONE7.0IIS2PIERMAROCCHI STEFANO
000ZZMEN1033449LABORATORI PROFESSIONALI3.0IIS1MIDENA EDOARDO
000ZZMEP3053121ORIENTAMENTO E STESURA DELLA TESI3.0IIIS2-- --
000ZZMEO2043852ORTOTTICA 16.0IIS1PIERMAROCCHI STEFANO
000ZZMEO2043912ORTOTTICA 26.0IIIS2PIERMAROCCHI STEFANO
000ZZMEN1036240PSICOLOGIA8.0IS1ZUCCO GESUALDO
000ZZMEP3052115SCIENZE DELLA SANITA' PUBBLICA6.0IIS2-- --
000ZZMEO2043848SCIENZE MEDICHE8.0IIS1MAGGIONI FERDINANDO
000ZZMEP3052112SEMEIOLOGIA STRUMENTALE7.0IIIS1PILOTTO ELISABETTA
000ZZMEP3053124SENSO CROMATICO E SENSO LUMINOSO ED ECOGRAFIA3.0IIIS2PARROZZANI RAFFAELE
000ZZMEN1036242STATISTICA E FISICA8.0IS1GREGORI DARIO
000ZZMEL1004392TIROCINIO (PRIMO ANNO)14.0IS2RODEGHIERO FIORELLA
000ZZME04121476TIROCINIO (SECONDO ANNO)20.0IIS2RODEGHIERO FIORELLA
000ZZMEP3056193TIROCINIO (TERZO ANNO)26.0IIIS2RODEGHIERO FIORELLA
000ZZMEN1036248VISIONE BINOCULARE6.0IS2ANGI MARIO

Prove finali
Curr.CodiceInsegnamentoCFUAnnoPeriodoResponsabile
000ZZME08106948PROVA FINALE6.0IA1-- --
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
IL laureato in Ortottica ed Assistenza Oftalmologica è un operatore delle professioni sanitarie dell'area della ribilitazione che svolge con titolarità ed autonomia professionale, nei confronti dei singoli individui e della collettività, attività dirette alla prevenzione, alla cura, alla riabilitazione e a procedure di valutazione funzionale, al fine di espletare le competenze proprie previste dal profilo professionale (D.M. del Ministero della Sanità 14.9.1994 n. 743). Il Laureato del Corso di Laurea in Ortottica ed Assistenza Oftalmologica è dotato di un'adeguata preparazione: - nelle discipline di base, tale da consentirgli sia la comprensione dei più rilevanti elementi dei processi patologici sui quali si focalizza l'intervento riabilitativo, sia la massima collaborazione con i professionisti, medici e altri laureati delle classi dell'area sanitaria. - apprendere gli elementi fondamentali dell'anatomo-fisiologia dell'apparato visivo,della motilità oculare e della visione binoculare, nonché i principi di ottica fisiopatologica, di psicologia e di psicopatologia; - apprendere i principi di fisiologia della funzione visiva, della motilità oculare e della visione mono e binoculare, l'ortottica generale, la semeiotica e la metodologia ortottica; deve inoltre apprendere le nozioni generali ed applicative relative ai problemi legati ai vizi di refrazione ed alla loro correzione; - apprendere le tecniche di semeiologia strumentale oftalmologiche (perimetria, microperimetria, refrazione, contattologia, elettrofisiologia oculare, tonometria , topografia corneale, microscopia confocale corneale, senso cromatico, senso luminoso, pachimetria, biometria) la metodologia di rieducazione funzionale ed il trattamento riabilitativo ortottico, le specifiche correlazioni cliniche; - realizzare interventi di educazione sanitaria rivolti alla prevenzione ed alla riabilitazione dell'ambliopia; - interagire e collaborare attivamente con equipe interprofessionali al fine di programmare e condividere interventi valutativi e riabilitativi del pluriminorato; - acquisire capacità nell'assistenza oftalmica in sal operatoria; - apprendere i metodi, le tecniche e l'utilizzazione di presidi della riabilitazione ortottica nei disturbi della motilità oculare e della visione mono-binoculare in età evolutiva, adulta, geriatrica, nonché principi e tecniche della rieducazione degli handicap della funzione visiva; deve acquisire inoltre principi di farmacologia oculare, igiene, medicina legale e psicopatologia; - conoscere i principi di diritto, etica e deontologia che regolano la professione; I Laureati in Ortottica ed Assistenza Oftalmologica sono responsabili dell'organizzazione della pianificazione e della qualità degli atti professionali svolti nell'ambito delle loro mansioni; svolgono la loro attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero-professionale. - essere in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e nello scambio di informazioni generali.
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Al termine del percorso formativo i laureati in Ortottica ed Assistenza Oftalmologica avranno acquisito un'ampia gamma di conoscenze sia nelle scienze di base che nelle discipline caratterizzanti, così come nel campo della comunicazione e della gestione della professione. In particolare avranno conseguito le basi culturali e scientifiche necessarie a: - conoscere i fenomeni biologici, i meccanismi di funzionamento dell'apparato oculomotore, dello sviluppo motorio e sensoriale della visione,e a correlarli con le dimensioni psicologiche, sociali ed ambientali della salute; - comprendere gli elementi fisio-patologici delle diverse situazioni cliniche; - individuare i bisogni di salute del soggetto, in età evolutiva, adulta o geriatrica, tramite la valutazione dei dati clinici in campo motorio, psicomotorio, cognitivo e funzionale; - comprendere gli elementi che sono alla base dei processi patologici oggetto dell'intervento riabilitativo; - conoscere e comprendere le basi degli approcci terapeutici per la risoluzione dei problemi di salute della persona; - conoscere le basi scientifiche della metodologia riabilitativa dell'handicap visivo; - conseguire la capacità di analisi dei problemi di salute del singolo e/o di una comunità e delle risposte dei servizi socio-sanitari e assistenziali ai principali bisogni dei cittadini; - conoscere gli strumenti statistici utili alla pianificazione del processo di ricerca e di gestione della professione; - conoscere le caratteristiche organizzative delle attività di riabilitazione rispettando i criteri di appropriatezza degli interventi, efficacia ed efficienza; - conoscere almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali e comprensione della letteratura scientifica internazionale. L'acquisizione di conoscenze e la capacità di comprensione saranno raggiunte attraverso la frequenza obbligatoria delle lezioni, dei seminari e dei laboratori distribuiti nei 3 anni. La verifica dell'acquisizione delle conoscenze e della capacità di comprensione avviene tramite valutazioni di tipo diverso (esame orale e/o scritto), in relazione alle esigenze didattiche di ogni disciplina.
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Al termine del percorso formativo i laureati in Ortottica ed Assistenza Oftalmologica saranno in grado di applicare le conoscenze acquisite per condurre il processo ortottico realizzando gli interventi di diagnosi, cura e riabilitazione, in seguito a eventi patologici a varia eziologia congenita od acquisita, nelle aree della visione e delle funzioni corticali. In particolare il laureato condurrà il processo Ortottico dimostrando capacità di comprendere i fenomeni e di risolvere i problemi emergenti nelle diverse fasi del processo: La valutazione iniziale, condotta attraverso l'analisi dei dati raccolti. La diagnosi funzionale, anche attraverso le tecniche di semeiotica strumentale oftalmologica, che individua i bisogni di salute e rappresenta il risultato di un processo di ragionamento clinico. Il progetto, che definisce gli obiettivi dell'intervento, misurabili e negoziati in collaborazione con il paziente e la sua famiglia. Il trattamento, che è realizzato e adattato per raggiungere gli obiettivi concordati. La valutazione finale che ha lo scopo di valutare i risultati raggiunti. L'applicazione delle conoscenze si svilupperà tenendo conto di aspetti fondamentali quali l'interazione con il contesto di vita reale delle persone, la relazione interpersonale ed inter-professionale, la gestione organizzativa. La capacità di applicare le conoscenze, di comprendere i fenomeni e di risolvere i problemi emergenti sarà raggiunta attraverso la frequenza obbligatoria del Tirocinio clinico. La verifica dell'acquisizione delle abilità professionali avviene tramite una valutazione del Tutor clinico e del Tutor universitario al termine dell'esperienza di tirocinio; e tramite un esame collocato al termine di ogni anno accademico.
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Al termine del percorso formativo i laureati in Ortottica ed Assistenza Oftalmologica saranno in grado di esercitare autonomia di giudizio nella conduzione del processo ortottico, utilizzando il ragionamento clinico come metodo, e riflettendo sulle implicazioni sociali ed etiche collegate all'applicazione di conoscenze e giudizi. Tale autonomia si realizzerà in tutte le fasi del processo ortottico, in particolare tramite la capacità di: - ricercare e interpretare dati e informazioni - definire prognosi funzionale e obiettivi terapeutici - scegliere strategie, metodologie e tecniche - integrare le risorse della persona assistita e dell'ambiente con i bisogni di salute individuale e/o collettiva L'autonomia di giudizio professionale sarà esercitata considerando anche le migliori evidenze scientifiche possibili e reperibili e le linee guida internazionali. In ambito etico l'autonomia di giudizio si manifesterà nel rispetto della normativa di riferimento, professionale, giuridica, sanitaria e deontologica, e sarà sostenuta dalla riflessione sui valori implicati nella pratica professionale condotta a beneficio del singolo individuo o della comunità. La capacità di esercitare l'autonomia di giudizio sarà raggiunta attraverso la frequenza obbligatoria delle lezioni delle discipline caratterizzanti e del Tirocinio clinico.
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Al termine del percorso di studi il laureato in Ortottica ed Assistenza Oftalmologica saprà condurre un'auto-valutazione del proprio livello formativo, in modo da mantenere il proprio sapere al più alto livello richiesto per la pratica professionale e progettare percorsi di auto-formazione per sviluppare le proprie competenze. Avrà acquisito un'efficace metodologia di studio tale da consentire, con elevato grado di autonomia, un'ulteriore formazione universitaria e la formazione prevista dall'Educazione Continua in Medicina. Saprà consultare banche dati specifiche e la letteratura scientifica, anche in lingua inglese. Le capacità sono raggiunte attraverso la frequenza obbligatoria delle lezioni delle discipline di base e caratterizzanti e del Tirocinio clinico. La verifica dell'acquisizione avviene con le stesse modalità dei descrittori 1 e 2.
Conoscenze richieste per l’accesso
Al Corso possono essere ammessi candidati che siano in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente. Il numero degli studenti ammessi al Corso di Laurea è stabilito annualmente in base alla legge 2 agosto 1999, n. 264. La prova di ammissione consiste nella soluzione di quesiti a risposta multipla, su argomenti di: - logica e cultura generale - biologia - chimica - fisica - matematica.
Caratteristiche della prova finale
La prova finale ha valore di esame di Stato abilitante all'esercizio della professione di Ortottista ed Assistente di Oftalmologia (D.Lgs 502/1992, art. 6, comma 3) e si compone di: a) una prova scritta ed una prova pratica nel corso delle quali lo studente deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze e le competenze proprie dello specifico profilo professionale; b) redazione di un elaborato di tesi e sua dissertazione. Il punteggio finale è espresso in centodieci decimi.
Sbocchi occupazionali
Parere delle parti sociali
Il giorno 23 dicembre 2010 si è svolto l'incontro di consultazione con le Organizzazioni rappresentative nel mondo della Produzione, dei Servizi e delle Professioni. Invitati alla consultazione: -Delegato del Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia per i Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie e Presidente del Corso di Laurea Specialistica in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche; -Presidente del Corso di laurea in Ostetricia; -Presidente del Corso di laurea in Infermieristica; Presidente del Corso di Laurea in Fisioterapia e in Scienze delle Professioni Sanitarie della riabilitazione; -Presidente del Corso di Laurea in Tecniche Audiometriche e Tecniche Audioprotesiche; -Presidente del Corso di Laurea in Tecniche di Lboratorio Biomedico; -Presidente del Corso di Laurea in Tecniche di Radiologia medica, per immagine e radioterapia; -Consigliere nazionale della federazione nazionale del collegio ostetriche; -Dlegato rappresentante ufficio formazione A.I.F.I.; -Delegato A.I.O.R.A.O. del Veneto; -Presidente dell'Associazione UNIPISI; -Coordinatore tecnico dell'azienda ULSS 18 di Rovigo; -Rappresentante dei Coordinatori e tecnici T.S.R.M. dell'ULSS 12 Veneziana. Per i singoli corsi viene presentata la filosofia di fondo e la modalità con la quale si è operato per definire l'Ordinamento, in particolare, la condivisione di alcuni insegnamenti all'interno di ogni Classe e collegabilità del settore professionale specifico ai crediti di libera scelta. Gli elementi di politica formativa e di scelta didattica della Facoltà sono stati approfonditamente illustrati per quanto riguarda la struttura dei RAD specifici e le scelte di tronco comune della classe per le 4 classi di Laurea. Nessuna criticità è stata rilevata da parte di nessuno dei presenti alla riunione.